Capitain Beefheart. La musica ribelle

Don Van Vliet, californiano musicista e pittore americano, più conosciuto con lo pseudonimo di Captain Beefheart, è stato uno dei maggiori esponenti del rock sperimentale.

La sua affermazione: “non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l’ho presa non bisogna pagare per averla” colpisce al cuore, oggi più che mai, perché questa è l’epoca in cui i giovani scaricano musica gratis da internet e considerano il diritto d’autore una sorta di misteriosa anticaglia.

Il suo gruppo “The Magic Band” comincia l’attività nel bel mezzo degli anni sessanta e prosegue fino ai primi  anni ottanta. Van Vliet è autore delle canzoni, cantante, compositore, mostrando da subito un forte orientamento a mescolare la musica rock con il free jazz.

Le sue composizioni sono contraddistinte da una notevole attrazione verso il surreale.

Fin da piccolo Don aveva mostrato una forte attitudine per l’arte, era bravo a dipingere e a scolpire, sebbene nessuno nella sua famiglia avesse rivelato quelle qualità.  Contemporaneamente si dedica alla musica e l’incontro con Frank Zappa, dopo una breve parentesi professionale di venditore di aspirapolvere, lo porta a farlo di mestiere.

L’album più conosciuto e apprezzato è Trout Mask Replica che viene pubblicato nel 1969, considerato ancora oggi un disco di rottura dei canoni classici del rock e un capolavoro che ha profondamente influenzato le generazioni successive.

Capitain Beefheart ha annunciato il suo ritiro dai concerti nel 1982. Da quel momento ha evitato di presentarsi in pubblico dedicandosi completamente alla sua attività di pittore nella contea di Northern Humbolt. Le sue opere di pittura e scultura  sono ispirate ai concetti dell’astrattismo neo-primitivo e espressionistico.

Van Vliet ha sofferto di sclerosi multipla e negli ultimi anni della sua vita la malattia è divenuta più aggressiva riducendo progressivamente le sue capacità espressive.

Il molto originale musicista, pittore e scultore, cuore di manzo, se n’è andato per sempre una mattina, precisamente il 17 settembre 2010, all’età di 69 anni.

Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: