Salvatore Sciarrino. Studi per l’intonazione del mare

La composizione “Studi per l’intonazione del mare” è andata in scena in anteprima mondiale al festival delle nazioni di Città di Castello nel 2000.

Due orchestre: l’una di 100 flauti, l’altra di 100 sassofoni, danno vita a un percorso musicale caratterizzato da una profondità ermetica che è costante nella produzione artistica di Salvatore Sciarrino.

Parliamo, quindi, ancora di complessità, perché nell’ermetismo è implicito un percorso sovrarazionale che mette in comunicazione diretta l’individuo con la divinità attraendolo in una dimensione ascetica.

Da questa posizione, per certi versi privilegiata, è possibile afferrare la varietà e la verità delle cose anche se agli umani sensi esse possono apparire confuse e persino trasfigurate.

Studi per l’intonazione del mare, attraverso un fenomenale mash-up e la conseguente distorsione percettiva dell’universo dei suoni, conduce, chi l’ascolta, a cogliere il flusso del vento, lo streaming dell’onda e persino l’incedere dei piccoli animali sulla spiaggia e sulla battigia.

Un’esperienza di fruizione musicale che, oltre la complessità, apre alla prospettiva della conoscenza e al piacere che se ne ricava.

Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: