Lucio Dalla. Come è profondo il mare

I giornali, le televisioni, le radio e web celebrano Lucio Dalla scomparso a Montreux, per un infarto, appena pochi giorni prima del suo compleanno.

Montreux è una bellissima cittadina svizzera sul lago di Ginevra e in piazza c’è una grande statua di Freddie Mercury. Il leader dei Queen ha trascorso in quei luoghi l’ultimo periodo della sua vita dopo essere venuto a conoscenza di aver contratto l’AIDS. La canzone dei Queen A Winter’s tale, dall’album Made in Heaven, è ispirata a Montreux. E’ un posto molto bello, sono stato da quelle parti alcuni anni fa, il lago ha un aspetto solare, sembra un pezzo di mare incastonato per un capriccio in mezzo a dolci montagne verdi smeraldo.

Lucio Dalla ha accompagnato la mia vita, come del resto quelle di altri.

Nel 1969 avevo quattordici anni. Guardavo ancora i cartoni alla Tivù dei ragazzi. Lucio suonava e cantava Fumetto, che poi era la sigla del programma: “Gli eroi di cartone”.

Ricordo quando cominciò a esibirsi con regolarità alla televisione, erano i primi anni settanta e suonava il clarinetto nell’orchestra di Lino Patruno. Indossava strane camicie, nere, comunque scure (la Tivù era in bianco e nero) con arabeschi o disegni optical e suonava divinamente. Conquistava la scena, perché riusciva a trasmettere la grande energia che aveva dentro e quando partiva con imprevedibili gorgheggi in stile scat, una sua caratteristica vocale, diventava davvero irresistibile (Una delle sue prime incisioni scat fu inserita in un album dei Flippers, intitolato “At Full Tilt”, nella canzone Hey you).

Negli anni settanta, in mezzo all’esplosione politico psichedelica della musica pop e dei cantautori nostrani, le sue canzoni affioravano come boe colorate, per esempio quelle contenute nell’album Anidride solforosa e scoprivamo, in Mela di scarto, cosa fosse il Ferrante Aporti e che davvero Tu parlavi una lingua meravigliosa.

Venne il 1977 e nel bel mezzo dell’assalto al cielo, della rivoluzione mancata, il 1977 non il 1968, Lucio Dalla pubblica Come è profondo il mare. Ricordo le polemiche, perché la canzone è considerata da molti una sorta di prodromo del riflusso non essendo intonata ai tempi. Come al solito non capivano niente. Una grande canzone, finemente poetica, totalmente umana. Il mare, del resto, è una costante nelle canzoni di Dalla, dal mare arriva sempre qualcosa e sotto il mare c’è tutto, il mistero della vita, prima ancora dei buoni e dei cattivi pensieri.

Alla fine dei settanta, d’estate, mi trovavo in ospedale e leggendo i giornali vedo che Banana Republic è diventato un successo mediatico. La canzone e il titolo dell’album, tratto da un brano del cantante country Steve Goodman, e tutte le altre, in particolare, Ma come fanno i marinai. Lucio Dalla, insieme a Francesco De Gregori, si era ripreso d’un balzo la ribalta delle giovani emozioni riempiendo gli stadi in tutta Italia.

Nei primi anni ottanta ho cominciato a lavorare, però ricordo di aver assistito, a Padova in un Appiani gremito, a un bellissimo concerto di Dalla accompagnato dal gruppo degli Stadio.

Più recentemente l’ho incontrato di persona, di sfuggita a Roma, in uno studio televisivo, ma non importa.

Lucio, a modo suo, è stato sempre presente, con le sue canzoni e con la capacità che aveva di raccontare storie che ciascuno di noi riusciva a sentire vere e spesso anche proprie.

La più bella di queste storie, è senz’altro la sua, cominciata il 4 marzo del 1943.

About these ads
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 487 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: